I'Allocco (Strix Aluco Linnaeus 1758) .

Foto e testo di Robi - Roberto Sala©

 

Allocco (Strix Aluco) .Foto e testo di Robi - Roberto Sala ©

 

 

ALLOCCO   
Strix A
luco   Linnaeus,1758
Ordine: STRIGIFORMI
Famiglia: STRIGIDI
Sottospecie: S. a. aluco, S. a. biddulphi, S. a. harmsi, S. a. ma, S. a. mauritanica, S. a. nivicola,
S. a. sanctinicolai, S. a.siberiae, S. a. sylvatica, S. a. willkonskii, S. a. yamadae

Rapace notturno forestale che abita tutta l’Europa temperata, di dimensioni medie (370/390 di lunghezza totale,940/1040 di apertura alare) con corporatura tozza, testa grande e tondeggiante con disco facciale e grandi occhi neri, completamente privo di ciuffi auricolari.

Due sono le colorazioni di fondo del piumaggio, una grigia e una bruno-rossiccia ed in entrambe il corpo striato di scuro e macchiettato di bianco, nessun dimorfismo tra i due sessi. Zampe piumate con artigli ben sviluppati che sono la sua arma (insieme all’udito finissimo) nella caccia di piccoli uccelli, micro mammiferi, rettili e grandi insetti.

Strettamente notturno e legato ad ambienti boschivi maturi (soprattutto di latifoglie) con vecchi alberi dei quali spesso usa le cavità per nascondersi e nidificare.

Durante le ore di luce rimane nascosto nel fitto della vegetazione vicino al tronco dell’albero o all’interno del suo nascondiglio. Abbastanza difficile localizzarlo ed osservarlo durante il giorno ma facile rilevarne il canto (del maschio) nella notte anche da grande distanza.

Generalmente tra la fine di gennaio e maggio depone da due fino a cinque uova di colore bianco che verranno covate dalla femmina per una trentina di giorni,durante questo periodo aumenta l’aggressività dei soggetti arrivando ad aggredire chiunque venga ritenuto una minaccia(compreso l’uomo).

Nei primi giorni di vita i pulli sono coperti da un piumino soffice e corto dal colore bianco/fulvo con macchiette grigie ma dopo una settimana compare il piumino successivo con colore variabile tra il grigio chiaro al bruno-rossiccio con una fitta barratura scura sulle parti superiori. In tutto il periodo entrambe i genitori si occuperanno della prole. I giovani allocchi saranno pronti all’involo dopo circa cinque settimane.


 

NOMI DIALETTALI

REGIONE NOME DIALETTALE
PIEMONTE OLOCH
LOMBARDIA LOCH
VENETO ALOCO
FRIULI ALOC
EMILIA ROMAGNA LUC
TOSCANA LOCCO
CALABRIA PATATUCCUA
CAMPANIA ASCIO

LA FOTO

L’immagine e’ frutto della scoperta del sito nella settimana precedente. Ho aspettato con ansia l’arrivo del weekend Allocco (Strix Aluco) .Foto e testo di Robi - Roberto Sala ©per poter tornarci magari accompagnato da una bella giornata di sole, cosa che purtroppo non si e’ avverata, ma la voglia di vedere se il soggetto era ancora dove l’avevo visto mi ha fatto prendere l’attrezzatura ed uscire nonostante una giornata veramente cupa e grigia.

Zaino in spalla sono arrivato in zona e con immenso piacere ho visto che l’allocco era ancora là dove la settimana prima l’avevo lasciato.  

Posiziono il cannocchiale ed inizio a scattare, il soggetto non sembra per niente infastidito dalla mia presenza entra ed esce dal suo nascondiglio e si concede a diversi scatti. La luce scarsissima mi ha obbligato a tempi di esposizione veramente al limite ma nella totalità ho diverse immagini che mi soddisfano abbastanza.

E’ sempre un’emozione trovare una nuova specie da aggiungere all’archivio personale (particolarmente di un notturno) e un grande piacere condividerla con tutti voi.  

 

PS: Nelle settimane successive sono tornato nuovamente sul posto e con grande sorpresa ho visto che l’albero cavo e’ la dimora di due allocchi, ora la mia speranza e’ quella di vederli nidificare ed allevare qualche nuovo soggetto da immortalare

 


 

LA MIA STORIA DI DIGISCOPER

 

Mi e’sempre piaciuta la natura ed il mondo degli animali (soprattutto l’avifauna) ed ho sempre guardato con invidia i fotografi naturalisti con i loro “cannoni”, io ho iniziato con una compatta superzoom a fare qualche foto agli uccelli che avevo nel giardino e da li’ tutto è partito……..Allocco (Strix Aluco) .Foto e testo di Robi - Roberto Sala ©

E’ da molti anni ormai che pratico questa disciplina,ho iniziato nel 2004 dopo aver letto  in giro per il web che c’era la possibilità di abbinare un cannocchiale terrestre ad una compatta .Mi sono informato bene anche se le notizie riguardanti al digiscoping erano ancora molto poche ed ho acquistato (sbagliando) un cannocchiale di fascia bassa al quale ho abbinato una Nikon coolpix 4500 con un adattatore in alluminio fatto da me (ho un’officina meccanica).I risultati naturalmente sono stati disastrosi e la seppur ottima macchina nulla poteva contro la scarsità dei vetri del cannocchiale e così come  molti di noi hanno fatto ho deciso di acquistare un cannocchiale di pregio e da lì ho iniziato ad avere buoni risultati.

Gli anni sono passati alternando buone stagioni dove la presenza di vari soggetti poteva essere documentata con altre decisamente meno favorevoli, ma la mia passione non e’ mai diminuita, anzi c’e’ sempre stata la voglia di migliorarsi e di mettere a frutto tutti i consigli che il “nostro” Andreas ci ha dato.

Con il tempo sono diventato anche più curioso, mi piace documentarmi sui libri del soggetto che ho fotografato, un’analisi insomma della specie, dell’habitat e delle sue abitudini, non sono un esperto ornitologo ma cerco di tenermi abbastanza informato.

Negli ultimi anni ho sostituito la cara 4500 con una macchina più performante e più moderna con la quale ho avuto un feeling immediato e che ancora oggi uso con soddisfazione, ho cambiato anche il cannocchiale e forse ”per ora “ ho trovato la giusta combinazione. Il digiscoping è sempre in evoluzione e noi dobbiamo essere sempre aggiornati e pronti per una nuova sfida.

Ora ho il “cannone” e spero di sparare ancora molte fotografie………

 

 Grazie a tutti. Roberto



Mini guide

Introduzione ● - Introduzione al digiscoping
Digiscoping con la reflex
● - Il Binocolo breve guida alla scelta.
● -
Il treppiede e la testa  breve guida
alla scelta.

● - Chiarimenti e semplici indicazioni

una mini guida
● - Tre oculari ed un cannocchiale  un mini test o un gioco?
● - Digiscoping in notturna  Le esperienze e i consigli di un nostro amico.
● - Oculari - e non solo  
Un tentativo di semplificare la scelta e la conoscenza dei dati per conoscere il miglior oculare  da abbinare alla macchina fotografica e al suo obiettivo

Dati dello scatto

Ordine Strigiformes
Famiglia

Strigidae

Scientifico Strix aluco
   
Inglese Tawny Owl
Tedesco Waldkauz
Spagnolo Cárabo Común
Francese

Chouette hulotte

Giapponese モリフクロウ
Portoghese Coruja-do-mato
Russo Неясыть
Svedese Kattuggla
Fotografo Robi - Roberto Sala
Cannocchiale Kowa TSN 883
Oculare 20-60x
Adapter Home Made
Macchina Canon s95
Tempi 1/6
Diaframma  f. 4
ISO  100
Distanza  35
Esposizione  Manuale
Cavalletto  Swarovski
Testa Manfrotto 501
Mimetismo Abiti mimetici
Software Adobe
Plug-in  MdC
Luogo Pratetto Monte Casto
Data 04/10/2014 ora 08:24:13
Meteo Nuvoloso con leggerissima pioggerella