Ricerca avanzata
Utenti registrati
Nome utente:

Password:

Log in automatico alla prossima visita

» Password dimenticata
» Registrazione
Immagine casuale

GIOVANE FALCO DI PALUDE ?
GIOVANE FALCO DI PALUDE ?
Commenti: 3
Falco Igino

16.10.2019, 12:32




Immagine precedente:
Swan 83 Apo  
 Immagine succesiva:
L'AIRY 80 APO versione diretta

Configurazione AIRY 80 APO - Olympus omd 10
Configurazione AIRY 80 APO - Olympus omd 10

            

Configurazione AIRY 80 APO - Olympus omd 10
Descrizione: Questa è la configurazione base che utilizzerò sempre. L'AIRY 80 apo è un cannocchiale che si presta a molteplici usi , sia in campo astrologico che in campo terrestre e offre estese conbinazioni e risultati molto diversi... (nella foto la modalità diretta). Se andate sul sito PRIMALUCELAB e cercate sotto adattatori fotografici , troverete soluzioni x tutti i gusti e potenze(la massima potenza in fatto di zoom è 167x e forse anche di più se passate al cannocchiale AIRY 120 APO). Ma torniamo alla mia configurazione che vedete in foto. La " PICCOLA MOSTRO" olympus omd10 è attaccata all' airy 80 apo tramite il classico T2,ma qui cominciano le sorprese....xchè la primalucelab ha creato x questa modalità , lo S P I A N A T O R E di F O C A L E ....che ha la capacità di rendere l'immagine ai bordi senza la distorsione dovuta alla lente frontale che è tonda...,poi segue un distanziatore( o tubo di prolunga) che permette di avere la MaF dalla minima distanza all'infinito. Il tutto finalmente si attacca al cannocchiale AIRY 80 APO..., dove si nota subito la cremaliera della MaF che ha il difetto di uscire ad estensione x quasi 12 cm(questo è l'unico neo di questo sistema). La parte rossa del cannocchiale , racchiude (da dx a sx) , il meccanismo di rotazione che muove la cremaliera ed è in un lato, doppia..(una è la manovella di micro regolazione). L'altro neo(se così vogliamo chiamarlo) , è che l'airy 80 apo(e anche gli altri modelli) , sono privi del gas racchiuso dentro la parte fissa(anteriore) x evitare l'appannamento delle lenti interne , ma d'altronde la possibilità di modificare tanto l'assetto base ha in questo la sua logica. Adesso questa configurazione ha una potenza attorno ai 1000 mm,ma se aggiungo un duplicatore 2x arrivo a 2000 mm , oppure si potrebbe utilizzare la lente di BARLOW(3x-5x apocromatico) arrivando addiritura attorno ai 3\4000 mm..... insomma uno strumento versatile e con enormi potenzialità in fatto di distanze e ingrandimenti. L'altra versione afocale(olympus col 45mm accostata all'oculare) per il momento presenta troppe incognite di qualità e di struttura per il suo uso...,ma in futuro chissà......
Parole Chiave: AIRY, 80, APO
Data: 20.01.2015 19:55
Click ricevuti: 1390
Downloads: 0
Valutazione: 0.00 (0 Voto(i))
Dimensione file: 181.2 KB
Inserita da: savinimages

IPTC Info
Autore: STEFANO SAVINI
Data creazione: 20.01.2015
Informazioni sul Copyright: SAVINIMAGES

EXIF Info
Make: Canon
Model: Canon EOS 5D Mark III
Exposure time: 1/20
Aperture value: F/4
ISO speed: 1250
Date created: 20.01.2015 16:09:05
Focal length: 17mm

Autore: Commento:
dante dalla
Membro

Utente iscitto dal: 15.11.2010
Commenti: 932
A prova di testone...

Più chiaro di così, il tuo sistema non può essere raccontato.... Mi dà l'idea di un insieme da usare, come si suol dire, con le mani della festa, guardando la lunga fuoriuscita della cremagliera...
Secondo me fai bene a tenere anche lo Swaro, per le uscite più temerarie, con pioggia, fango e altro, visto che tu non sei quello che esce a fotografare solo quando c'è il sole.....
21.01.2015 14:26 Offline dante dalla ombra.1967 at alice.it



Immagine precedente:
Swan 83 Apo  
 Immagine succesiva:
L'AIRY 80 APO versione diretta

 

Centro ottico San Marco

Copyright © 2008 Digiscopingitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.
Le immagini sono di proprietà dei loro autori e non possono essere utilizzate senza il loro espresso consenso.

RSS Feed: Configurazione AIRY 80 APO - Olympus omd 10 (Commenti)