News 2

La scelta delle nostre news è orientata a individuare tutto cio che può essere di aiuto e informazione al digiscoper.


S4 GEAR Adattatore Universale

15-12-2014

Consente di posizionare correttamente e stabilmente tutti gli iPhone, i Galaxy o qualsiasi altro smartphone collegandoli ad ottiche di puntamento, cannocchiali, binocoli e microscopi. Le manopole di microregolazione permettono un allineamento preciso e rapido, è dotato di una molla a tensione e una staffa di montaggio.

Ha un costo intorno ai €70

I siti di:    Bignami  -  S4 Gear

Novità    - S4 GEAR Adattatore Digiscoping Smartphone SVS
Samsung S45ADW

10-11-2014

Per chi tra noi lavora con una fotocamera Samsung NX è stato presentato l'obiettivo 45mm S45ADW che sembrerebbe molto adatto al nostro scopo. Ha una focale adatta (corrisponde ad un 69.3mm) e una luminosità che ben si presta al nostro abbinamento. Il corpo in metallo ha un passo filtri di 43mm. Ha avuto un interessante risultato nelle analisi di DXO Mark che ci fanno nascere una grande curiosità ma Samsung Italia non ci ha mai concesso il privilegio di provare un loro apparecchio. .... Speriamo.  

Ha un costo intorno ai €370

I siti di:
  Samsung Italia

Samsung S45ADW, Obiettivo Fisso 45mm 2D e 3D, F/1.8, i-Function, Bianco

Novità    - Samsung 45mm f/1.8 NX
Sony a5100

10-11-2014

Sony a5100 è la fotocamera più piccola al mondo! Il nuovo modello mira a dimostrare quante cose buone stanno in un piccolo corpo.

All'interno, c'è un sensore CMOS Exmor® APS-C da 24,3 megapixel che dovrebbe fornire una straordinaria qualità delle immagini e grande sensibilità alla luce con una gamma ISO molto elevata (25.600). Viene dotata di un veloce e sofisticato sistema di auto focus in quattro dimensioni (4D FOCUS) L’LCD è touchscreen ma manca un mirino elettronico. Incorpora un flash e il Wi-Fi in soli 224g,  

Ha un costo intorno ai €500

I siti di:
Sony

Novità    - Sony a5100
Zanelli e Fox Wide

10-10-2014

Nel mondo delle teste gimbal (le teste a bilanciere, quelle che si adattano perfettamente al digiscoping oltre che ai super tele) ci sono stati molti sviluppi e alcuni nuovi marchi. Tra questi due aziende italiane che si presentano con oggetti molto sofisticati e raffinati. Stiamo parlando di Zanelli e Fox Wide.  La prima è una testa dal design originale realizzata in fibra di carbonio, alluminio e acciaio. Ha grandi doti di leggerezza e sicurezza.  La seconda è altrettanto robusta ma utilizza il “Titanal” che è un tipo particolare di Ergal (una lega di alluminio con il migliore rapporto peso/resistenza) ed ha la particolarità di inserimenti in legno. Entrambe si affidano alla fluidità di movimento dei cuscinetti a sfere. Entrambe sono pensate per sopportare pesi fino a 30Kg. La Zanelli è più leggera ma, di poco (1.17Kg. – 1.54Kg.). Raffinate e degne dell’Italian design hanno un costo che è abbastanza impegnativo superando abbondantemente i 600€.

I siti di:
Zanelli
Fox Wide

Novità    - due gimbal Zanelli e Fox Wide
Primaluce Airy80 APO

10-10-2014

PrimaluceLab propone un rifrattore da 80mm APO che è stato studiato anche per l’uso terrestre e, in particolare, per l’uso fotografico in digiscoping e diretto con anello T2. Si tratta del AIRY 21-63x80 APO
Lella valigetta in metallo oltre al telescopio, vengono forniti un raddrizzatore d'immagine DX45 (45°) e l’oculare zoom Deluxe Asferico 8-24mm . Immagini e prime impressioni nel Blog.

Il sito di PrimaluceLab
La pagina del telescopio

Novità    - Primaluce AIRY 21-63x80 APO
Panasonic Lumix DMC-LX100

05-10-2014

La nuova Panasonic Lumix DMC-LX100, presentata alla Photokina 2014 è la sesta evoluzione della linea LX che tanto ci ha sempre convinto in digiscoping. La nuova LX è davvero sorprendente e promette un test di grandi risultati. Questa compatta è dotata di un sensore 4/3 (5 volte superiore a quello della LX7) da 16 megapixel. Il corpo rimane compatto e leggero, (115 x 66 x 55 mm e ha un peso di 393gr.)
L'ottica fissa è un luminoso zoom con focale pari a 24-75mm F1.7-F2.8. Può registrare video in Full HD (1,920 x 1,080 50p in AVCHD Progressivo (MPEG-4 / H.264)), ma anche video 4K 3840x2160 a 30/25 fps in MP4. Dotata di un display LCD touchscreen da 3" con una risoluzione di 921.000 pixel, dispone anche di un mirino elettronico integrato con risoluzione di 2,764 milioni di pixel). Può essere pilotata anche da un cellulare Android grazie al collegamento Wi-Fi e NFC . Già visto sulla DMC-GH4 e sulla compatta DMC-FZ1000, il  processore d'immagine è il Venus Engine quad-core. Il range della sensibilità è di ISO 200-25600.
Da notare: Il comando dei diaframmi è sul corpo obiettivoe la sua estensione di lavoro è abbastanza ampia. Il filetto anteriore ha un diametro filtri di 43mm.

Cercheremo di averne una per un test.

Per visionarei futuri sviluppi nel sito europeo:  Panasonic

Novità    -  Panasonic Lumix DMC-LX100
Kodak Pixpro S-1

28-06-2014

Dopo anni di silenzio ecco risorgere uno dei più famosi marchi della fotografia ... KODAK. 

Il marchio fa parte del consorzio 4/3 ed è proprio con una compatta, la Micro Quattro Terzi Pixpro S-1, che entra nel mondo delle macchine con ottica intercambiabile. In realtà è la società JK Imaging Ltd che ha acquistato la licenza del marchio e produce questa entry level dalle caratteristiche assai simili a quelle di Panasonic DMC-GF6 o Olympus PEN E-PL5.
Viene commercializzata con uno zoom 12-45 f/3.5-6.3 ma sono presenti anche un altro zoom più potente, un 42.5-160 f3.9-5.9, e un super tele da 400mm f/6.7. Chiaramente può sfruttare la oramai nutrita schiera di obiettivi 4/3 prodotti da altri marchi. Ha uno schermo mobile ma non touchscreen, la slitta a contatto caldo e una serie molto avanzata di funzioni Hi-Fi. Non si conoscono prezzi e tempi per la consegna ma dovrebbe collocarsi in un area commerciale giusto a ridosso delle due concorrenti sopra citate. Ci fa molto piacere notare la rinascita di questo prestigioso marchio ed attendiamo i prossimi sviluppi. Nel sito europeo di Kodak non sono ancora presentati i nuovi model

Per visionarei futuri sviluppi nel sito europeo:  Kodak

Novità    - Kodak Pixpro S-1
Kowa MFT

25-06-2014

Sempre più numerose sono le aziende che propongono nuove ottiche per il formato micro quattro terzi Con Kenko e Tomytec (produttrice dei cannocchiali BORG) anche Kowa entra di diritto nel numero. Le lenti Prominar sono presenti su cinque focali di cui quattro grandangolari. Sono i luminosi Prominar MFT:
8.5mm f/2.8
12mm f/1.8
25mm f/1.8
a questi si aggiungeranno un 16mm f/1.6, un 35 mm f/2.0 e un 50mm f/2.1 la cui luminosità non è altissima.
L'estetica e la robustezza costruttiva denunciano la grande esperienza nel mondo delle ottiche cine televisive dove Kowa è leader da diversi anni e dove il formato 4/3 si sta diffondendo.
Combinando lenti asferiche e lenti Prominar, questi obiettivi, promettono un grandissimo controllo delle aberrazioni. Sono tutti rigorosamente manuali. Purtroppo sono focali che mal si adattano al digiscoping ma speriamo che questa esperienza spinga l'azienda giapponese a studiare un’ottica da 50mm capace di tali luminosità e dotata di lenti Prominar. Per prezzi e disponibilità dobbiamo aspettare Agosto 2014 e sapremo così nel dettaglio i particolari dell'unica ottica usabile con un cannocchiale, il 25mm.

Per visionare il prodotto Kowa Prominar

Nuovi Kowa MFT per il micro quattro terzi
NIKON MONARCH Fieldscopes

18-06-2014

Nuova linea di cannocchiali da Nikon che riesce a creare un connubio tra l’esigenza del digiscoper e quella del fotografo tradizionale. MONARCH si potrebbero riassumere come un insieme di idee costruttive che Nikon definisce “Sistema ibrido”. L'unità prisma può essere rimosso dall'unità obiettivo che permette di selezionare il diametro della lente (82 o 60mm). Si possono scegliere unità prisma diritte o angolate alle quali collegare 3 oculari, uno 30x e due zoom. Se non desideriamo fare digiscoping possiamo usare la parte ottica come obiettivo sfruttando un convertitore adatto sia per il formato DX che per il FF (in due versioni con baionetta F (FSA-L3) o serie 1(DSA-N2)). In questo caso l’ottica diventa un 500 f/6.0.
Costruito con lenti apocromatiche ED ha un sistema di messa a fuoco chiamato Trans sistema Dual Focus che garantisce in un'unica manopola la ricerca del fuoco veloce e fine. La copertura in gomma e la qualità costruttiva delle baionette di fissaggio garantiscono un’ottima impermeabilità. Vista la grande propensione al digiscoping sarà nostro interesse avere a breve un modello per eseguire un test. Al momento, su Nikon Italia, non è ancora presente la pagina di questi modelli ma sono già presentati nel catalogo scaricabile in PDF.

Per visionare il prodotto NIKON SPORT OPTICS

Nikon Monarch Fieldscope
LEICA EXTENDER 1. 8x


11-06-2014

Pare proprio che i produttori si stiano concentrando in una gara, tra loro, per vedere di offrire cannocchiali con un grande fattore di ingrandimento. Dopo lo Zaiss e Meopta con l'oculare zoom fino a 75x, la Swarovski con il 95mm che raggiunge i 70x mancava Leica che ha optato per un’altra soluzione tanto semplice quanto, sorprendentemente mai esplorata tra i cannocchiali prismatici terrestri. Nel mondo della fotografia tradizionale è assai comune l’uso del moltiplicatore di focale che è nel corredo di quasi tutti i fotografi naturalisti. Il LEICA EXTENDER 1. 8x è un duplicatore da porre tra il corpo del cannocchiale Televid 82 e l’oculare Vario 25-50 x WW ASPH. Il suo fattore di ingrandimento e la qualità delle lenti tendono a diminuire al massimo la perdita di luminosità ma danno al cannocchiale con il suo oculare zoom tradizionale un fattore di ingrandimento che arriva a 45-90x!!
Un idea che in molti si ingegneranno a copiare e, speriamo, non solo i produttori di cannocchiali ma pure aziende come Sigma, Tamron e tutti i produttori di ottiche universali.
Curioso che questo extender non sia compatibile con i cannocchiali diritti.

 

Per visionare il prodotto LEICA

LEICA EXTENDER 1. 8x
Lytro Illum


 
02-06-2014

Ecco un nuovo tentativo di cambiare, rivoluzionare il nostro modo di scattare immagini. Annunciata come la fotocamera che elimina il fuoco. In realtà cambia radicalmente la gestione delle immagini riprendendo con un sensore molto speciale che accumula tutta una serie di dati capaci di ricostruire, con il suo software (per Mac e Windows), una parte dell'ambiente dove si trova il soggetto e scegliere a posteriori il punto di messa a fuoco e ... non solo. L'idea di fondo è quella di trasformare lo scatto in qualcosa di dinamico, capace cioè di essere modificato a posteriori. Una tecnologia sulla quale si lavora da oltre due decenni ma teorizzata nelle sue fondamenta fin dai primi del Novecento. Il Light-Field (letteralmente "campo di luce") cambia i nostri fondamenti della fotografia: anziché misurare il colore e l'intensità con cui la luce colpisce il sensore, si fa in modo che la luce passi attraverso una fitta schiera di lenti (circa un centinaio) per comprenderne le variazioni di direzione. Un escamotage grazie al quale la fotocamera è in grado di capire con precisione quanto dista la sorgente di ogni fascio luminoso e dunque di avere una percezione delle tre dimensioni.
La Lytro, aiuta il fotografo che non dovrà più preoccuparsi di studiare l'angolo di inquadratura, la messa a fuoco, la prospettiva. Sarà sufficiente riprendere la scena nella sua globalità per poi dedicarsi, in un secondo momento, alla scelta dei dettagli. Con il file originale saranno anche altri fruitori dell'immagine a farlo!
Molto del peso della macchina (1.5Kg) è nella innovativa ottica, uno zoom 30-250mm (8x) con apertura fissa di f/2.0 lungo tutta l’escursione. Il sensore ha una risoluzione in pixel non dichiarata ma sembra non altissima visto che l'immagine risultante è di circa 5Mb. Vengono dichiarati 40 Megaray (cattura 40 milioni di raggi luce). Dotata di un potente processore (un Qualcomm Snapdragon 800, come un tablet) non produce un file bidimensionale come siamo abituati a vedere, ma crea un’immagine in cui possiamo muoverci (grazie al software) modificando prospettiva, dimensioni e punti di messa a fuoco.
Uscirà a metà luglio al prezzo di 1599 dollari, con la possibilità di preordinarla a 100 dollari in meno.
Si potrà applicare anche al digiscoping? La cosa ci affascina molto ma va provata!.

lytro-Illum
Per visitare il sito di LYTRO


Mini guide

Introduzione ● - Introduzione al digiscoping
Digiscoping con la reflex
● - Il Binocolo breve guida alla scelta.
● -
Il treppiede e la testa  breve guida
alla scelta.

● - Chiarimenti e semplici indicazioni

una mini guida
● - Tre oculari ed un cannocchiale  un mini test o un gioco?
● - Digiscoping in notturna  Le esperienze e i consigli di un nostro amico.
● - Oculari - e non solo  
Un tentativo di semplificare la scelta e la conoscenza dei dati per conoscere il miglior oculare  da abbinare alla macchina fotografica e al suo obiettivo